EVENTI

Il mondo dello yoga si riunisce per il Treviso Yoga Day

Cropped Treviso Yoga Day 2019 Copertina.jpg

Si chiama Treviso Yoga Day ed è arrivato quest’anno alla sua sesta edizione. Domenica 8 settembre 2019 il mondo dello yoga si è dato appuntamento tra pratica, teoria e musica. Previsto inizialmente negli spazi aperti del Quartiere Latino, in pieno centro storico, ha trovato invece luogo all’hotel BHR Best Western Union causa maltempo.

Treviso Yoga Day Hall Bhr
La hall del BHR brulicante di persone

Cambio di location

Edizione bagnata, edizione fortunata! La pioggia e il maltempo hanno provato a rovinare questa grande e viva manifestazione, senza riuscirci. Tutto questo grazie all’hotel BHR Best Western Union di Quinto di Treviso che ha messo a disposizione i suoi spazi per permettere lo svolgersi della giornata. Chi ha avuto modo di frequentare il BHR per convegni aziendali, corsi di formazione o di potenziamento si sarà sicuramente trovato stupito nel vedere le sale svuotate di sedie e tavoli per lasciare spazio a innumerevoli tappetini colorati! La hall si è riempita di voci, di banchetti e di prodotti offerti dai numerosi sponsor e anche se la manifestazione all’aperto negli spazi del quartiere latino ha tutto un altro fascino, la giornata si è potuta svolgere alla perfezione.

Treviso Yoga Day Ananda Yoga
Attività di Ananda Yoga dedicata al sesto chakra

Lo Yoga Day

Tre erano i percorsi creati dagli organizzatori, ciascuno ricco di attività a ritmo serrato dalle 8 del mattino alle 20 della sera. Incontri teorici sulla filosofia, sulla conoscenza del corpo e della natura, approfondimenti sul mondo ayurveda e naturalmente anche tanta pratica. Un percorso speciale era dedicato alle donne in gravidanza e ai bambini, che sono stati effettivamente numerosi anche nelle attività dei grandi. Tante le scuole e i centri culturali di Treviso e provincia che sono intervenuti rendendo davvero ricca, energica e interessante l’offerta della giornata. Sette le aree tematiche: yoga, tantra, creatività, meditazione, corpo e mente, saggezza, suono e musica. Attraverso le tante attività lo scopo da raggiungere è quello di espandere la consapevolezza di sé, del proprio corpo e del proprio stare al mondo. La mia giornata è stata molto piena ma molto felice perché quello che si percepisce tra una attività e l’altra è una grande energia: un’energia che ci fa stare bene e che possiamo praticare ogni giorno.

Ma che cos’è lo yoga?

La qualità degli interventi e delle attività era piuttosto alta e infatti di completi neofiti della materia non ce n’erano tantissimi. Chi c’è stato tuttavia ha sicuramente avuto il modo di risolvere alcuni pregiudizi e sciogliere alcuni nodi concettuali sulla materia. Per esempio, l’utilizzo dilagante dell’espressione “fare yoga”, che riduce questo ampio e variegato universo a una mera pratica corporea. Gli asana (=posizioni) sono invece solo una parte dello yoga e giustamente tante sono state le attività dedicate alla filosofia, all’ayurveda, al tantra yoga e bhakti yoga. Yoga infatti significa letteralmente unione. Per questo potremmo parlare piuttosto di “essere in yoga”, cioè sentire di essere in unione con il flusso delle cose, con il cosmo e tutte le forme di vita. Ecco perché lo yoga non è riducibile solamente agli asana, altrimenti tanto vale fare stretching. Parliamo invece di insegnamenti antichi così preziosi da diventare patrimonio immateriale UNESCO dell’umanità.

Treviso Yoga Day Bagno Di Gong
Bagno di gong planetari

Consapevolezza in espansione attraverso il sesto chakra

Ogni anno della manifestazione Treviso Yoga Day è legata a un chakra (=centro di energia). La sesta edizione è legata al sesto (e penultimo chakra), ovvero il famoso Terzo Occhio che indica l’intuizione, l’immaginazione creativa, la concentrazione e la lucidità mentale. Si chiama Ajna in sanscrito, il suo colore è l’indaco e lo dovete immaginare attraverso le sopracciglia: potete concentrare le vostre energie su di esso ad occhi chiusi ma che guardano davanti a sé. Non per caso la parola chiave che vi è associata è “Io vedo”, perché permette di ampliare i propri orizzonti, la propria mente. Se volete saperne di più su di lui e sullo yoga, le scuole e i centri culturali apriranno i loro corsi tra fine settembre e inizio ottobre. Pensateci, per raggiungere una consapevolezza in espansione.

Giorgia Favero

Autore: Giorgia Favero

Sono una toscana veneta di famiglia trapiantata da anni a Treviso. Ho una formazione in architettura e storia dell’arte ma una passione per la scrittura. Lavoro nell’ambito editoriale e della comunicazione digitale, scrivo e sono caporedattrice di una rivista di filosofia pratica. Mi interesso delle dinamiche ambientali e della protezione degli animali, spero che la cultura possa aiutarci a creare un futuro migliore.
Il mondo dello yoga si riunisce per il Treviso Yoga Day ultima modifica: 2019-09-09T18:50:01+01:00 da Giorgia Favero

Commenti

To Top