itTreviso

EDIFICI STORICI ITINERARI

Treviso sotterranea: quella città nascosta sotto i nostri piedi

Treviso Sotterranea

La nostra attrazione per il sotterraneo e per ciò che è celato si nasconde nella nostra cultura secolare o forse addirittura tra le pieghe del nostro DNA psicologico. Ci affascina sapere che sotto i nostri piedi si nasconde qualcosa di misterioso tutto da scoprire. A volte è una ricerca molto più semplice del previsto: molti studi sul tema sono a disposizione di tutti, nonché veri e propri tour di visita alla Treviso sotterranea.

La cripta del Duomo

La cripta sotterranea del Duomo di Treviso, a due metri e mezzo di profondità rispetto al pavimento, conserva nell’insieme l’aspetto che doveva avere nel XII secolo. 68 colonne con capitelli di reimpiego sostengono delle volte a crociera che disegnano lo spazio. Tre sono le cappelle absidali, di cui quella centrale era dedicata a San Liberale. I capitelli sono alcuni in stile corinzio con la tipica decorazione in foglie d’acanto, altri semplicemente squadrati in stile paleocristiano. Uno di questi ultimi merita particolare attenzione per i simboli raffigurati. Da notare anche gli 11 frammenti di mosaico rimasti della pavimentazione originaria. Alcuni temi di questi frammenti musivi richiamano direttamente la tradizione veneziana. Rimangono anche alcune cornici architettoniche e tracce di affresco.

Treviso Sotterranea Cripta Del Duomo
La cripta del Duomo (Foto: Treviso Sotterranea)

I bastoni veneziani

Le mura veneziane della città sono un poderoso e ingegnoso sistema ideato da fra’ Giocondo di Verona. Esso sostituiva le più antiche mura medievali, simili per intenderci a quelle di città come Castelfranco e Cittadella. La realizzazione passò di mano anche di altri ingegneri e i lavori terminarono attorno al 1520. Il sistema bastionato aveva appunto dei bastioni circolari aggettanti rispetto alla cortina muraria, utili per ospitare l’artiglieria difensiva. Alcune postazioni, dette casematte, erano poste sotto il livello del terreno ed erano stanze rettangolari coperte da volte a botte. Gran parte delle casematte e dei relativi cunicoli di accesso sono stati demoliti nel corso dell’Ottocento.

Treviso Sotterranea Casamatta
La casamatta di Porta Santi Quaranta (Foto: Treviso Sotterranea)

Treviso sotterranea

Molte altre strutture ipogee sono state scoperte durante lavori di interesse urbanistico di vario genere. Le zone, tra le altre, sono piazza Sant’Andrea, rivale Filodrammatici, vicolo San Pancrazio, Calmaggiore, via XX settembre. E poi via Toniolo, l’ex convento di Santa Margherita, il chiostro di Santa Maria Maddalena. Uno scavo presso l’ex convento di Santa Caterina – oggi Musei Civici – testimonia anche a Treviso l’esistenza dei butti. Si tratta di ipogei tra le fondazioni degli edifici dove gettare rifiuti solidi inerti, tipici del centro Italia. Un altro butto è stato scoperto durante i restauri della chiesa di Sant’Agostino, con tanto di cocci in ceramica e terracotta smaltata databili tra la seconda metà del XV e gli inizi del XVII secolo. Altra scoperta mirabile è stata la fossa comune in via Carlo Alberto, al centro del sagrato della chiesa di San Gaetano.

L’associazione

Treviso sotterranea è anche il nome di una associazione nata nel 2014. I fondatori sono tre studiosi allievi di Giorgio Garatti, giornalista e ricercatore che per primo si è interessato alla scoperta di una città sotterranea fino a quel momento impensata. La natura geomorfica del territorio e la ricchezza di corsi d’acqua del contesto urbano, infatti, non lasciavano immaginare la presenza di complesse strutture ipogee, che invece esistono. L’associazione si prefigge di proteggerle, soprattutto da progetti per la realizzazione di parcheggio sotterranei, e di restituirle alla memoria e alla conoscenza dei trevigiani.

Treviso sotterranea: quella città nascosta sotto i nostri piedi ultima modifica: 2021-10-06T12:16:56+02:00 da Giorgia Favero

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Interessante!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x