I TREVIGIANI RACCONTANO TREVISO

itTreviso

INTERVISTE NATURA

Gabriella, l’Amica degli animali, nel suo “regno” di Roncade

Gabriella e i cani

Veneziana, trasferitasi da anni nella Marca, Gabriella Zampariolo ha dato qualche tempo fa la svolta alla sua vita trasferendosi da Treviso alla campagna. Per la precisione il Comune di Roncade, nella cui campagna ha il suo regno. Circondata dal verde dei campi, da da un corso d’acqua, ma soprattutto da molto animali. il suo “regno” consiste in un’abitazione che comprende un B&B, un allevamento di cani razza Border Collie, Rovi Fioriti, ed un canile per randagi, una pensione per gatti e cani ed infine anche una piscina dove è consentito anche l’accesso ai cani. Insomma una vera e propria istituzione per i cinofili veneti. La sua indole girovaga la porta però anche spesso in giro per esibizioni e gare con i suoi amici a quattro zampe.  Oggi Gabriella ed il suo centro sono un punto di riferimento per tutti i cinofili della Marca, ma non solo.    

Come  è nato tuo incontro  con il mondo dei cani?

Ricordo un episodio  che mi ha avvicinato e fatto conoscere il cane. Da bambina  un cane più grande di me si avvicinò e appoggiò il suo naso umido sulla mia mano. Questa fu una sensazione talmente strana che, invece di spaventarmi, mi incuriosì al punto tale da creare in me una forte attrazione. Forse era innato in me un talento naturale, che mi spingeva  sempre più ad avvicinarmi e a comunicare in modo sorprendente con gli animali. Iniziai in maniera inconsapevole un percorso che mi faceva incontrare persone, gruppi e associazioni che si occupavano della salvaguardia di animali, di etologia, della conoscenza del comportamento animale, aprendomi così molti orizzonti.

Zpiscina
La piscina attrezzata anche per i cani

Inizio così il mio lungo percorso, considerato che in quegli anni  ero appena adolescente e la cultura cinofila era appena agli albori per non dire inesistente in Italia, perciò mi ispiravo soprattutto dall’Inghilterra. Fui cosi una delle prime a sostenere una lotta per il benessere animale, oltre al rispetto e alla conoscenza del loro comportamento. Il cammino per arrivare ad una cultura cinofila attuale fu lungo. Non vi era nella nostra realtà conoscenza della psicologia  canina, soprattutto non ne veniva data alcuna importanza.

E ad un certo punto hai deciso che sarebbe diventata la tua vita?

Sì, aprii il mio primo centro di educazione cinofila, dedicandomi ai casi più gravi,  evitandone la soppressione correggendo certi comportamenti difficili da gestire. Molti sono stati i casi che ho sostenuto, corretto e portato ad una riabilitazione con riaffido alla persona adeguata. Ero attirata dai casi più gravi e mi davano un’enorme soddisfazione. Fui costretta così ad aprire la mia prima struttura cinofila, che aveva uno scopo completamente diverso da quella attuale. Negli anni ci furono molte trasformazioni e sviluppi; frequentai molti corsi, ottenni diversi diplomi e trovai spiegazione scientifica di quello che avevo messo in pratica in maniera naturale ed istintiva nel passato.

Zacqua
Un Border Collie in versione bagnino

Come sei arrivata ad avere un allevamento?

Le mie razze predilette erano i cani da difesa Shnauzer giganti e Dobermann, ancora non avevo conosciuto quella che sarebbe stata la mia razza tuttora allevata. Uno spettacolo dall’Inghilterra con i cani Border Collie impegnati in un percorso di agility dog,  mi colpì particolarmente per la loro velocità, agilità e la predisposizione allo sport. Questo evento  mi spinse alla ricerca di questa razza. La velocità nell’apprendimento e la loro intelligenza vivace mi fece  trovare il cane che cercavo e ancora non conoscevo. Sono passati quasi 25 anni dal giorno che portai i primi cuccioli, la razza era poco conosciuta, ma in pochi anni ha avuto un gran successo e uno sviluppo enorme. Altra caratterisrica del Border Collie è che questo è un cane che stimola e attiva la mente.

Non credi che alcuni umani, delusi da loro simili, riversino attenzioni a volte esagerate nei confronti degli animali?

I cuccioli devono venire seguiti nella crescita con tanto affetto, stimolati al gioco e alla vita sociale. Inoltre vengono prese in considerazioni le loro doti  caratteriali. Da queste valutazioni viene stabilito se il cane è più dedito alla vita in famiglia, oppure adatto ad una carriera agonistica sportiva. Se ha caratteristiche morfologiche idonee a diventare un cane da show inizia la sua carriera nelle esposizioni  nazionali ed internazionali. Il cane adatto ad ogni persona rende tutto più semplice, migliora la qualità della vita e rende piacevole la convivenza, evitando errori da una scelta sbagliata. Si potrebbero anche riscontrare persone inadatte a tale scelta, perciò verranno  sconsigliate da una scelta che potrebbe creare più problemi che piacere. Oppure possono capitare acquirenti con scopi non proprio consoni al benessere animale. Negli anni ho sviluppato un’esperienza che mi fa capire subito la persona che ho di fronte, evitando spiacevoli sorprese.

Gabriella, l’Amica degli animali, nel suo “regno” di Roncade ultima modifica: 2019-12-17T11:00:36+01:00 da Gigi Fincato
To Top